La finestra arredata

Cosa fare se ci troviamo una grande superficie vetrata in una stanza ma noi vorremmo sfruttare anche quella zona?

Negli anni ’50 fu Giò Ponti a parlare di finestra arredata, un concetto di finestra che diventava una superficie allo stesso livello di una parete. Si riferiva alle grandi pareti vetrate che privavano una casa di una delle 4 facciate che ne definivano lo spazio. Arredando anche questa parete la stanza era completa. Questa idea era motivata anche dal voler opporsi alle architetture del periodo che vedevano la presenza di molte superfici trasparenti.

Traendo ispirazione dal concetto teorizzato da Gio Ponti e attualizzandolo, vediamo esempi di come si può gestire questa situazione.

Per aggiungere spazio

In modo molto funzionale aggiungendo delle scaffalature dove riporre a vista gli oggetti da tenere sempre a portata di mano.

Per le piante

Creare una superficie dedicata alle piante che in questa posizione ricevono tutta la luce di cui hanno bisogno per stare bene.

Per creare piccoli spazi da dedicare alla lettura e al  relax

Qualche cuscino, una coperta a portata di mano. Serve altro?

Una zona lavoro

Collocare la propria postazione lavoro in prossimità di una finestra è un ottimo modo per ricevere la luce naturale e godere, qualora abbiate la fortuna di averla, di una piacevole vista sull’esterno che può essere fonte di ispirazione.

Tante idee per trasformate uno spazio perso in uno spazio da vivere.

SalvaSalva

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...